News

(長谷川逸子) Itsuko Hasegawa

25/02/2015 | Spazio Aref, Piazza Loggia 11/f a Brescia

La concezione architettonica di Itsuko Hasegawa (長谷川逸子):
un Giappone a misura duomo Incontro con Annalisa Zaniboni

La conferenza - organizzata dallAssociazione culturale Fuji, con il patrocinio del Consolato generale del Giappone di Milano e del Comune di Brescia - fa parte della serie di incontri di approfondimento sulla cultura giapponese Una finestra sul Giappone, incontri che si ripetono ogni ultimo mercoled del mese.
La dott.ssa Annalisa Zaniboni, che si laureata in Lingue Orientali allUniversit C Foscari di Venezia e lavora nellarea commerciale di unazienda multinazionale, sulla base della sua tesi di laurea illustrer le peculiarit dellarchitettura di Itsuko Hasegawa, una delle prime donne giapponesi ad affermarsi in un mondo prettamente maschile, con le sue linee architettoniche che mostrano segni di rottura e di continuit con la tradizione culturale del Giappone.
Agli inizi degli anni sessanta era nato in Giappone un gruppo davanguardia, il cosiddetto movimento metabolista, composto da architetti e urbanisti che si proponevano di progettare edifici in armonia con la societ in continua trasformazione. Essi, rifuggendo da soluzioni urbanistiche tradizionali e cristallizzate, diedero forma a una struttura urbana duttile, mutevole e fruibile su larga scala. Tra i fondatori del movimento, che comprendeva anche Kenzo Tange, si afferm Kiyonori Kikutake noto per le sue soluzioni di una citt galleggiante.
Itsuko Hasegawa (n. 1941), allieva di Kikutake, si distingue per il suo nuovo concetto di architettura consapevole, mediante il quale reintepreta lo spazio architettonico, proponendo la comunicazione come suo fulcro centrale. La sua concezione di spazi a misura duomo, da alcuni definita architettura sociale, non propone pi edifici ultra moderni, minimalisti e statici, bens linee dinamiche, semplici e legate alla natura, caratterizzate dallampio uso di enormi vetrate per favorire lingresso della luce naturale e di strutture in acciaio reticolare per creare forme tondeggianti ed ariose.
Ingresso libero
Visualizza l'ALLEGATO



Edita Periodici © All rights reserved.
Cookie policy
segreteria@editaperiodici.it
www.editaperiodici.it


Via B. Bono, 10
24121 Bergamo
Tel. 035 270989
Cod. Fisc. e P.IVA 02103160160
Capitale sociale € 10.000,00 i.v.
Registro imprese nr. 02103160160
REA - 306844
Publifarm