News

Stadi aperti Serie A, proteste Lega B

22/09/2020 | Italia

Eva Lorenzoni (Lega): A quanto pare il virus non colpisce i tifosi della serie A, Brescia Calcio penalizzato dai dilettanti del Governo

A quanto pare i luminari del Governo, forse coadiuvati da una task force formata da qualche migliaio di esperti, hanno sentenziato che il coronavirus particolarmente snob e non colpisce i tifosi della serie A del calcio, ma solo quelli dei campionati di rango inferiore. Cos lOn. Eva Lorenzoni, commenta la decisione di riaprire gli stadi solo per la Serie A.

Trovo ai limiti del ridicolo prosegue Eva Lorenzoni la decisione di riaprire gli stadi solo per le partite di serie A, come se i tifosi della serie B fossero in qualche modo maggiormente esposti al virus.
Senza contare che questa presa di posizione penalizza particolarmente squadre come il nostro Brescia Calcio, costretto a giocare ancora a porte chiuse.
Non esiste una sola ragione al mondo che giustifichi questa decisione perch, come fa puntualmente notare la Lega B, i protocolli di sicurezza negli stadi sono esattamente i medesimi del campionato di serie A.
Ma forse questo modus operandi dettato, pi che dalla voglia di tenere al sicuro i tifosi, dalla volont di fare un po di sana propaganda, di accontentare le squadre pi forti, dando loro il contentino e fregandosene di come, alle spalle degli altri campionati, si celi uneconomia e un indotto importantissimo, che offre lavoro a decine di migliaia di persone in tutto il Paese e oggi soffre come non mai.
Si tratta conclude Eva Lorenzoni dellennesima pessima prova fornita da un governo di dilettanti allo sbaraglio, che sforna provvedimenti a casaccio, finalizzati solo e unicamente al facile consenso.



Edita Periodici © All rights reserved.
Cookie policy
segreteria@editaperiodici.it
www.editaperiodici.it


Via B. Bono, 10
24121 Bergamo
Tel. 035 270989
Cod. Fisc. e P.IVA 02103160160
Capitale sociale € 10.000,00 i.v.
Registro imprese nr. 02103160160
REA - 306844
Publifarm