News

Prorogata la mostra personale di Sandro Del Pistoia

20/06/2018 | Galleria Colossi Arte Contemporanea Corsia del Gambero, 13 - Brescia

Le sculture e le installazioni polimorfe dellartista toscano Sandro Del Pistoia (Viareggio, 1975) sono strutture dalle in nite potenzialità di espansione elastica, in perenne dilatazione e contrazione nello spazio, capaci di circoscrivere ampie porzioni dellambiente circostante o di creare nuove forme che modi cano le coordinate della sua percezione.

Le super ci plastiche delle sue opere sono scandite da un tto reticolato di elementi modulari esagonali composti da listelli in metallo oppure in legno di tiglio, noce o samba, collegati da piccole giunture in pelle o caucciù che si evolvono seguendo un ritmo di espansione simile a quello dei frattali in natura, ricreando il tessuto di atomi di carbonio delle molecole di grafene, materiale di recente scoperta, estremamente duttile, aperto a molteplici possibilità di applicazione. La resistenza strutturale di questo tessuto sembra essere sondata dalla essuosità con la quale la sua trama tridimensionale esagonale fuoriesce espandendosi dal fondo monocromo dei suoi bassorilievi in legno o delle lucenti fusioni in bronzo, assumendo conformazioni primordiali. Altre volte, sottili ramoscelli, oppure lo skyline delle città vengono avvolti come bozzoli in filamenti di seta che sembrano contenere unenergia vitale sconfinata e sormontare fantomatiche architetture di palazzi, strutturate da filiformi sostegni in legno o metallo, come fossero nervature di un organimo vivente. Vincitore della recidency Swatch Art Peace Hotel di Shanghai nel 2014, ha esposto a Basilea, Bruxelles, Barcellona e, in Cina, a Suzhou, Shanghai e allHow Art Museum di Wenzhou, oltre che al Camec di La Spezia, al Galata. Museum of The Sea di Genova e al Museo Civico del Marmo di Carrara (Ms). Nel 2005 ha realizzato installazioni site-specific al Tavistock Square Garden di Bloomsbury, a Londra; quella realizzata nel 2012 al CAV. Centro Arti Visive di Pietrasanta (Lu), Fragile Relation, è rimasta nella collezione permanente della Fondazione. Nel 2011 ha collaborato con Fendi alla realizzazione di unopera unica in pelle che è stata acquisita dalla collezione della maison. Dal 2104 una sua opera si trova nella collezione permanente Swatch Art Peace Trace Collection di Shanghai.
Visualizza il LINK
(http://www.colossiarte.it/)



Edita Periodici © All rights reserved.
Cookie policy
segreteria@editaperiodici.it
www.editaperiodici.it


Via B. Bono, 10
24121 Bergamo
Tel. 035 270989
Cod. Fisc. e P.IVA 02103160160
Capitale sociale € 10.000,00 i.v.
Registro imprese nr. 02103160160
REA - 306844
Publifarm