News

Il dicibile e l'indicibile: la mostra

13/09/2017 | Spazio ex Cisterne - Fabbrica del Vapore, Milano

Nietzsche, Rilke, Lou Salom.

L'Associazione Culturale Dioniso festeggia i ventanni della sua fondazione con un omaggio a tre autori che ne hanno caratterizzato il percorso professionale: Friedrich Nietzsche (1844-1900), Rainer Maria Rilke (1875-1926) e Lou Andreas-Salom (1861-1937), grandi protagonisti della cultura europea del Novecento e tuttoggi punti di riferimento per la comprensione della contemporaneit.

Fulcro delle celebrazioni, una mostra presso lo spazio Ex Cisterne della Fabbrica del Vapore di Milano visitabile fino a marted 10 ottobre 2017. Ideata e curata da Pier Giorgio Carizzoni, la mostra comprende una ricca sezione di fotografie depoca, documenti, video, testi letterari riguardanti i tre autori prescelti. Accanto ai volti di Nietzsche, Rilke e Lou Salom, colti nelle varie fasi della loro vita, compaiono quelli di amici, familiari, amanti, di luoghi o abitazioni a loro cari. una straordinaria galleria di ritratti di insigni personalit vissute a cavallo tra Otto e Novecento, rievocate grazie a brani tratti da epistolari, aforismi, poesie e ricordi diaristici, in un intenso gioco di rimandi e rispecchiamenti.

In dialogo con testi e immagini, nel cuore dello spazio espositivo, le opere della scultrice Elena Mutinelli, dell'artista Volker Mrz, e quelle site specific dei pittori Ariel Soul e Anna Pellegrini. La mostra accompagnata da un ciclo di incontri dedicato a Nietzsche, Rilke e Lou Salom in programma in vari luoghi di Milano.

Nietzsche, Rilke, Lou Andreas-Salom: un triangolo di spiriti liberi di cui questultima lanello di congiunzione, ponte necessario e insostituibile che conduce a un giardino epicureo fondato su studi in comune, fertile scambio di idee tra (presunte) anime affini. Il triangolo sognato da Lou e mai concretizzato emerse in verit solo in occasione del suo legame di amicizia tutto intellettuale con gli innamoratissimi e non corrisposti Friedrich Nietzsche e Paul Re, nellanno 1882. Del tutto impraticabile sarebbe stato un triangolo Lou-Rilke- Nietzsche: quando Lou e Rilke si incontrarono per la prima volta nel 1897 a Monaco, preludio della loro breve relazione damore e quindi della ventennale, fervida amicizia, Nietzsche viveva recluso e con la mente ottenebrata nella villa di Weimar, sotto la vigile custodia della sorella Elisabeth.

Nietzsche, pensatore asistematico, moralista-immoralista radicale, demistificatore visionario che prefigura impietosamente il declino (dcadence) della civilt occidentale, demolitore dei pilastri del cristianesimo e della tradizione filosofica, nei suoi scritti ricchi di afflati poetici vuole farci respirare a pieni polmoni laria tersa delle vette. Rainer Maria Rilke, poeta di prima grandezza, trascina il lettore verso le purissime profondit marine: che scriva di una rosa, di una fontana zampillante, della morte di unamica o di una cattedrale, sa trasformare ogni visione, ciascun minuscolo dettaglio in un incantevole poema (o prosa) di cristallina poeticit. Artista-cantore, scruta il mondo attorno a s con la lente del filosofo illuminato da una sguardo che supera la mera apparenza e la caducit delle cose, alla ricerca della loro essenza e della loro pi lontana origine.

Rilke e Nietzsche, geniali esploratori dellanimo umano e del suo dostojevskiano sottosuolo, sono in buona misura precursori e forieri dellappassionata dedizione alla causa psicoanalitica della comune amica Lou; per la indomabile (secondo Freud) Frau Salom, acuta come unaquila e coraggiosa come un leone (definizione di Nietzsche), la psicoanalisi freudiana una conquista miracolosa che mira a sondare con la ragione e lintuizione lirrazionalit dellesistenza, lassurdo, lo scabroso, il misterioso. Per Lou la vita umana - rilkianamente - poesia: il piacere di vivere consiste nello strappare veli e riportare alla luce ci che occultato, dissotterrare tesori, denudare la vita per contemplarla nel suo irresistibile splendore, diamante ricco di impurit e di chiaroscuri, riconquistando la soave levit dellinfanzia che sa trovare, in ogni gesto, la via del sorriso riconoscente verso ci che . Tutti e tre, con strumenti diversi, si volgono a una meta liberatoria, emancipatrice della condizione umana, interrogandosi sul senso (ultimo) delle cose.

I biglietti per visitare la mostra Nietzsche, Rilke, Lou Salom. Il dicibile e l'indicibile alla Fabbrica del Vapore costano 7 euro (ridotti 3 euro per minori di 18 anni). Questi gli orari di apertura: da luned a venerd dalle 14.00 alle 20.30, sabato e domenica dalle 11.00 alle 20.00; dall'11 settembre al 10 ottobre, da luned a venerd dalle 14.00 alle 19.00, sabato e domenica dalle 10.30 alle 19.00.
Visualizza l'ALLEGATO
Visualizza il LINK
(http://www.associazioneculturaledioniso.it/)
Il dicibile e l'indicibile: la mostra


Edita Periodici © All rights reserved.
Cookie policy
segreteria@editaperiodici.it
www.editaperiodici.it


Via B. Bono, 10
24121 Bergamo
Tel. 035 270989
Cod. Fisc. e P.IVA 02103160160
Capitale sociale € 10.000,00 i.v.
Registro imprese nr. 02103160160
REA - 306844
Publifarm